Origano G

Origano

L’origano (Origanum Vulgare) è una pianta erbacea aromatica, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. È originario dell’Europa e dell’Asia occidentale e il suo nome deriva da due parole greche: oros, “montagna”, e ganos, “splendore”; il suo significato letterale è “splendore della montagna”. Anticamente i rametti di questa pianta venivano spesso collocati sulle tombe, poiché si riteneva che aiutassero i defunti a trovare la pace. I Greci la utilizzavano per curare le ferite, ma fu popolare soprattutto presso i Romani: lo scrittore e naturalista Plinio il Vecchio consigliava l’origano contro le punture velenose, come quelle di ragni e scorpioni; Catone consigliava un vino aromatizzato all’origano contro la dispepsia e i problemi urinari. Era un’erba molto popolare anche in cucina e veniva impiegato in alcune delle ricette più popolari dell’epoca tra cui il garum, una salsa liquida a base di pesce per primi e secondi piatti. Tuttavia, nel corso dei secoli l’uso dell’origano rimase circoscritto nell’area mediterranea, principalmente nell’Italia centro-meridionale, fino all’invenzione della pizza che permise la sua diffusione a livello globale.

La pianta di Origanum vulgare è un’erba perenne dalla base legnosa, con un fusto eretto che può raggiungere gli 80 centimetri di altezza. Le sue foglie sono ovali, di colore verde scuro e dal profumo fortemente aromatico, mentre i fiori sono di colore rosa o violaceo, raccolti in infiorescenze. È presente in quasi tutte le regioni d’Italia, fino a un’altitudine di 1300 metri.
origano PIn cucina l’origano è largamente utilizzato per aromatizzare carne, pesce, verdura, funghi e insalate, mentre nella medicina popolare si adopera per curare gonfiore, mal di denti, dolori muscolari, mal di testa e punture di insetti. Dalle sue foglie si ricava un olio essenziale che può essere usato per la preparazione di tisane digestive e ha forti proprietà antibatteriche.
Se si raccoglie l’origano è consigliabile farlo essiccare in un luogo buio e ventilato entro breve tempo, in modo che gli olii essenziali contenuti nelle foglie mantengano intatte le loro proprietà.

Neutro per tutti i gruppi.
Il dottor D’Adamo consiglia l’origano alle persone di gruppo 0 per le sue proprietà antinfiammatorie.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *