CADUTA DEI CAPELLI

Il dottor Mozzi ci spiega perché perdiamo i capelli e quali sono gli alimenti all’origine del problema

Mediamente, i nostri capelli hanno un ciclo vitale che può durare dai 2 ai 7 anni. In circostanze normali la caduta dei capelli è un passaggio assolutamente normale e sano che permette il ricambio delle nostre chiome, paragonabile alla costante riproduzione delle cellule della pelle. Se però la caduta inizia ad aumentare in modo anomalo, può essere il segnale che qualcosa non funziona come dovrebbe.

Secondo i medici, il numero di capelli che possiamo perdere durante la giornata varia in base a diversi fattori. I più importanti sono il sesso e le condizioni di salute del paziente: statisticamente gli uomini tendono a perdere più capelli rispetto alle donne. Inoltre, alcune malattie e/o trattamenti farmacologici possono causare la perdita dei capelli.

Altri fattori possono essere dovuti alla genetica, a un trauma del cuoio capelluto, allo stress o all’alimentazione.

I medici consigliano di sottoporsi a una visita specialistica tricologica (una branca della dermatologia specializzata nello studio e la cura dei capelli) già in giovane età, prima che inizi a manifestarsi una caduta anomala, per poter ricevere opportune indicazioni sui prodotti più adatti al proprio tipo di capello.

La tricologia mette a disposizione diversi rimedi per combattere la calvizie. Questi possono variare da semplici lozioni a terapie farmacologiche, passando per massaggi, laser terapie e molte altre tecniche, frutto di numerosi passi avanti nella ricerca.

Quando il problema si presenta in modo particolarmente marcato, è quasi sempre irreversibile. In questi casi si può ricorrere a un trapianto di capelli, che può dare risultati estetici molto buoni.

Tuttavia, il miglior metodo per contrastare la caduta dei capelli resta sempre la prevenzione. A questo scopo, i medici sostengono l’importanza di mantenere uno stile di vita sano seguendo semplici regole: evitare diete troppo limitanti, mangiare alimenti sani, proteggere i capelli dal sole e dalle lampade abbronzanti, non fumare ed evitare se possibile anche il fumo passivo. Per mantenere i capelli sani è consigliato anche lavarli almeno tre volte a settimana (anche più spesso, nel caso di capelli grassi).

Secondo il dottor Mozzi, piuttosto che alla genetica, la caduta dei capelli sarebbe da imputare a latte e derivati del latte. Consumare latticini in modo prolungato, spiega il dottore, può causare infiammazioni intestinali, con conseguente intossicazione del fegato. La conseguenza non è solo la perdita di sali minerali, ma anche una difficoltà crescente ad assimilare vitamine e proteine in modo corretto. I capelli sono i primi a pagare le spese di queste intossicazioni, poiché sono composti da un concentrato di proteine e sali minerali. Il dottor Mozzi raccomanda pertanto di evitare i derivati del latte, dolci cremosi e in particolare formaggi grassi e stagionati. Le persone che tollerano i latticini un po’ meglio, ad esempio quelle di gruppo AB, possono concedersi ogni tanto dei formaggi di capra.

Anche un eccesso di frutta può contribuire allo stato infiammatorio. Il dottor Mozzi fa l’esempio di un suo paziente (gruppo A) che seguiva la dieta e non mangiava nessuno degli alimenti sconsigliati. Tuttavia, a un certo punto aveva iniziato a soffrire di alopecia. Parlando con il dottore, venne fuori che in quel periodo il paziente aveva iniziato a consumare quotidianamente almeno tre pesche colte nel suo giardino. Una volta eliminate le pesche dalla sua dieta, i capelli iniziarono a rinfoltirsi. Per questo il dottore raccomanda anche di tenere a mente che persino elementi generalmente compatibili con il proprio gruppo sanguigno possono creare problemi, quando vengono consumati in eccesso.

Il dottor Mozzi sottolinea anche come i popoli antichi, con la loro dieta ricca soprattutto di proteine e povera di latticini, non avessero problemi di caduta dei capelli. In effetti, ancora oggi i popoli che vivono in zone del mondo dove il consumo di latte non è diffuso mantengono delle autentiche “spazzole” di capelli sani, folti e resistenti.

Tutti i libri dedicati alla Dieta dei Gruppi Sanguigni

Raccolta di video del canale di Roberto Andreoli

Condividi sui SocialTweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook